Capelli sani e lucidi come la regina d'Egitto Cleopatra - Cleo Mostra Cleopatra

Capelli sani e lucidi come la regina d’Egitto Cleopatra

Quando si pensa alla famosa Regina d’Egitto Cleopatra, si è soliti immaginarla bella come Liz Taylor nel colossal dove interpretata questo straordinario personaggio. Certo non si sà se le assomigliasse o meno, poco ma sicuro era bella, era famosa per questo, per la sua intelligenza e la capacità politica. Nell’antico Egitto inoltre, com’è risaputo, la cura per il corpo era appannaggio esclusivo dei sovrani che desideravano rimanere giovani a lungo. Ecco allora i moltissimi segreti di bellezza della sovrana Cleopatra, partendo proprio dai suoi capelli neri corvino, lucidissimi e sani.

Per la cura dei suoi capelli sarà stata certo aiutata dalla mancanza dell’elettricità che le impediva di metterli a rischio con piastre e ferri come accade al giorno d’oggi, ma utilizzava abili mosse per metterli in piega ed averli sempre idratati e nutriti.

L’importanza della pulizia dei capelli

cleopatra capelliDalle numerose testimonianze quello che appare del popolo egizio è l’interesse verso la pulizia e l’igiene, Erodoto infatti afferma che per l’egizio era più importante essere pulito che bello. La pulizia era un rituale fondamentale sia dei ranghi più alti, sia di quelli più bassi, forse legata anche alla religione alla pulizia dell’anima.

Cleopatra e gli Egizi avevano un sacco di trucchi e segreti di bellezza, in quanto amavano essere puliti e profumati, si ungevano infatti con oli ed essenze raffinate distribuite in tutto il regno, effettuavano scrub per il corpo, così da avere una pelle liscia, gli unici peli apprezzati erano quelli dei capelli, avevano inventato infatti una miscela di resina molto simile alla nostra ceretta.

La cura dei capelli era dunque un rituale quotidiano che non poteva essere mai trascurato, come ad esempio viene spiegato su mondocapelli.eu

Si dice che Cleopatra grazie alle sue origini greche avesse i capelli rossi o castano chiaro, ma non biondi come li desiderava lei perciò si stendeva al sole e li cospargeva con un miscuglio di sale e aceto per decolorarli, e oggi come allora, per tingerli di nero, appunto come Liz Taylor nel film del 1963, si utilizzava l’hennè, l’erba dalle capacità tintorie famosa e conosciuta da secoli.

Per il lavaggio, non esistevano saponi o detergenti, ma si procedeva utilizzando bicarbonato, un ingredienti disinfettante e olii, che rendevano i capelli puliti, nutriti e soprattutto profumati.

Cleopatra lavava i suoi capelli con le uova, rituale che seguirà poi anche la Principessa Sissi, famosa per la sua splendida chioma, ma che anche le nostre nonne conoscono. Le uova sono un alimento naturale ricco di vitamine e minerali, che aiutano a rendere i capelli setosi, idratati e soprattutto brillanti.

Alcune donne al giorno d’oggi continuano a utilizzare il tuorlo d’uovo per lavare i capelli, mischiandolo alla shampoo per potenziarne l’effetto lavante, ma è possibile utilizzare solo il tuorlo come Cleopatra ed avere capelli puliti e lucenti. Per effettuare il lavaggio con l’uovo basta un tuorlo o due per chi ha i capelli molto lunghi, mettendo da parte l’albume. Sbattere il tuorlo per renderlo cremoso e applicare il composto sui capelli bagnati come se fosse uno shampoo, sfregare bene con i polpastrelli e sciacquare con acqua tiepida, non calda.

Il calore infatti potrebbe cuocere i residui di albume molto difficili da eliminare poi dai capelli. Cleopatra per rendere i suoi capelli profumati aggiungeva degli oli essenziali all’albume, come quello di mirra o sandalo, è possibile aggiungere gli oli in base alle proprie esigenze, oe di limone per chi ha i capelli grassi, oppure oe di tea tree o menta per incentivarne la crescita; oe di lavanda per avere un profumo irresistibile.

Idratazione e nutrimento dei capelli con l’hennè: elisir di bellezza, forza e colore

I capelli di Cleopatra venivano curati dai suoi schiavi con tantissima pazienza, prima del lavaggio infatti veniva utilizzato un miscuglio di hennè, cartamo in polvere e olio di serpente per favorire e stimolare la crescita. Le favolose proprietà dell’hennè sui capelli: si conoscono da secoli, oltre ad essere un’erba tintoria, riesce a riparare i danni sul fusto dei capelli, rendendoli più corposi e lucenti. Cleopatra amava utilizzare l’hennè, non solo sui capelli ma anche sul viso, sul cuoio capelluto e sul corpo, utilizzandolo a mò di scrub grazie alle sue proprietà antisettiche e antibatteriche proteggeva da infezioni, curava infezioni ed ematomi. La chioma di Cleopatra era sana grazie all’hennè, che provvedeva a tenere lontana la forfora e la cute grassa, ma anche doppie punte, capelli sottili, sfibrati oppure opachi. L’hennè veniva utilizzato da solo, massaggiato su cute e capelli con movimenti leggeri e circolari che stimolano anche la crescita dei capelli, oppure mischiato a miele ed olii vari.

Uno dei suoi oli preferiti che massaggiava spesso sui capelli era il burro di cocco, un elemento dalle molteplici proprietà che viene utilizzato tutt’oggi. Tra le proprietà che rendono unico il burro di cocco c’è l’alta percentuale di vitamina E in esso contenuta che lo rende uno dei più potenti antiossidanti presenti in natura, insieme all’acido laurico che contiene. Per utilizzarlo sui capelli basta scioglierne una discreta quantità, in base alla loro lunghezza, scaldandolo sulle mani e massaggiare sui capelli e sul cuoio capelluto. Il burro di cocco aiuta a prevenire la forfora, è un ingrediente estremamente idratante e nutriente, disciplina e doma anche i capelli più crespi, ne fortifica il fusto incentivandone la crescita ed inoltre li protegge dai danni degli agenti atmosferici. Burro di cocco ed hennè, erano senz’altro gli ingredienti alla base della routine di bellezza dei capelli di Cleopatra. Tra gli altri olii che amava utilizzare ce ne sono molti altri, primi fra tutti il grasso di serpente nero e l’olio di serpente, ma anche il grasso di leone per tenerli nutriti e idratati.

Senz’altro una buona parte della bellezza di Cleopatra era data anche dai numerosi bagni con latte d’asina. Si narra infatti che la Regina del Nilo facesse 4 bagni al giorno a base di latte d’asina e miele per la bellezza di corpo e capelli, insieme alla polvere di rosa, utilizzata come scrub che lasciava una fragranza delicata ed inconfondibile. Rituale che può essere riprodotto in casa per regalarsi qualche ora di relax, aggiungendo un litro di latte e la povere di rosa nell’acqua del bagno e frizionando delicatamente i capelli prima di procedere alla normale routine.

Le numerose virtù dell’aloe vera come lotta alla calvizie

aloe vera capelliL’aloe vera era la pianta più amata da Cleopatra, gli antichi egizi la chiamavano infatti pianta dell’immortalità, la regina la utilizzava per tutti i suoi trattamenti di bellezza, era impossibile d’altronde ignorarla dato che cresceva rigogliosa lungo le sponde del Nilo.

L’aloe agisce contemporaneamente sulla cute e sui capelli, agisce dove ci sono delle infiammazioni, ha infatti proprietà lenitive e anti-prurito, combatte la forfora e stimola la crescita dei capelli. L’aloe vera, se usata con costanza, dona capelli idratati, nutriti ed estremamente luminosi. Il gel d’aloe contiene degli amminoacidi simili alla cheratina che compone il capello per questa ragione è un toccasana per capelli secchi e sfibrati, agisce come un balsamo o una maschera ristrutturante, domando la chioma e rendendola più voluminosa e disciplinata. Cleopatra utilizzava il gel di questa preziosa pianta come leave-in per capelli, questo infatti era il segreto della sua messa in piega, dona definizione e luminosità ai capelli, rendendoli davvero luminosi e setosi, indicata soprattutto per le chiome ricce.

Probabilmente Cleopatra può essere definita la Regina del bio, il segreto dei suoi capelli sani e lucidi sta proprio nella cura costante della sua chioma, attraverso ingredienti estremamente naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *